👉MISURE MUTUA PER I SOCI (COVID-19)

 

 

 

A causa della difficile situazione dovuta all’emergenza da pandemia Covid-19 che ha prodotto inevitabili ripercussioni di natura sociale ed economica, la Mutua ha deliberato due Misure Straordinarie in aiuto ai Soci.

 

I Misura) 

  • Una proroga dei termini (portati da tre a sei mesi) per la presentazione delle pratiche di richiesta rimborso sulle prestazioni specialistiche o diagnostiche, sussidi alla Famiglia o diarie da ricovero, con decorrenza gennaio e per tutto l’anno 2020. In tal modo vengono mantenute le erogazioni al 100% per sei mesi anziché tre, evitando di fare perdere ai Soci l’intero delle prestazioni spettanti solo perché in questo periodo non possono magari recarsi in Filiale nei termini (di solito infatti entro i primi 90 gg si prende il 100% dell’erogazione, mentre nei successivi 90 il contributo di riduce al 50%).

 

II Misura) 

  • Il raddoppio delle erogazioni di cui alla Misura I con decorrenza gennaio e per tutto l’anno 2020, oltre che in caso di disoccupazione (come da Regolamento), anche per i Soci toccati personalmente dall’emergenza che vertano in particolari situazioni di necessità (dipendenti messi in Cassa Integrazione Guadagni e liberi professionisti, co.co.co, artigiani, commercianti, coltivatori, lavoratori stagionali, agricoli e dello spettacolo che abbiano fatto richiesta dell’indennità all’Inps ai sensi del D.L. “Cura Italia”), ma anche ai lavoratori/trici autonomi/e non ancora in grado di dimostrare una riduzione del fatturato, ma obbligati/e alla sospensione dell’attività. Tutti costoro, quindi, in caso di domanda di rimborso sulle prestazioni specialistiche o diagnostiche, sussidi alla Famiglia o diarie da ricovero, dietro presentazione alla Mutua della relativa documentazione comprovante una delle due condizioni di cui sopra (CIG o richiesta indennità all’INPS) o comunque l’obbligo di astensione dal lavoro, potranno ricevere dalla Mutua sussidi raddoppiati.